cenerentola è tornata dal ballo

esattamente 12 ore fa ho parcheggiato la mia carrozza e ho percorso i 100 metri che mi separano da casa guardandomi ansiosamente intorno, aspettandomi un’agguato dell’altro sulla porta di casa.

a mezzanotte sono entrata indenne in casa, mi sono spogliata, ho fatto le solite abluzioni serali e poi avrei voluto raccontarvi la serata, ma mi sono riservata questo piacere per oggi… un modo per prolungare il ricordo ed il piacere…

questa volta mi sono vestita più sobriamente: una culotte di pizzo nero e una sottoveste di tulle, chiaramente nera, con un incrocio di nastri molto sexi sulla schiena, niente calze… una crema profumata sulla pelle, vestitino a coprire il tutto, stivali e giacca.

alle nove ero alla sua porta, lui in jeans maglietta e camicia neri…il viso leggermente abbronzato ed i suoi incredibili occhi gialli a perforarmi il cuore e le stomaco

musica in sottofondo, si siede sul divano : “hai dovuto raccontargli una balla, mi sento in colpa”

“ma se non mi sento in colpa io perché lo dovresti essere TU?”

comincio a baciargli il collo, a leccare le sue labbra, a mordicchiargliele… mi sento molto famelica con lui, lo mangerei tutto, ogni volta gli mordo collo, labbra, spalle… e gli piace perchè comincia a mugolare e a toccarmi il seno, mi infila una mano tra le gambe, le sue dita si inseriscono nello spazio tra culotte e pelle, cominciano ad esplorarmi… sono già bagnata ( lo sono da prima di varcare la porta di casa!!! ) e la sua eccitazione aumenta, si inginocchia in mezzo alle mie gambe, mi sfila la culotte che vola sul tavolino, tra libri e dischi, poi affonda il suo viso tra le mie cosce, comincia a leccarmi la figa, a mordermi il clitoride, mi infila un dito dentro e mi lecca, appoggio la schiena e faccio leva sui reni per offrirgli ogni centimetro della mia figa… e poi vengo, le mie gambe tremano, il calore aumenta dentro di me… un flusso di liquido caldo mi percorre fino bagnare la sua lingua, la sua mano, il suo viso… si alza e mi bacia… e io lecco il mio piacere dalla sua bocca…

mi abbraccia e mi porta sul suo letto, gli slaccio i pantaloni, abbasso i boxer e lo prendo in bocca… dio come mi eccita capire che gli do piacere… ha bisogno di sentire che adoro succhiarglielo, e io lo lecco con avidità e glielo dico, “mi piace il tuo cazzo, mi piace leccarti, sei buono, lo voglio tutto”… lui si eccita sempre di più, diventa durissimo, lo faccio sdraiare e gli salgo sopra, ondeggio su di lui un pochino, sento il clitoride strusciare sui suoi peli, poi voglio sentirlo dentro di me, mi muovo su è giù, lo voglio dentro, e ad ogni colpo aumento l’intensità della spinta… lo sento tutto, sento che mi riempie, lo sento pulsare, la mia figa si stringe, non vorrebbe più farlo uscire…

mi giro di schiena, mi inginocchio e facendo leva sulle gambe lo scopo, mi inclino un po’ in avanti, voglio regalargli la vista del mio culo che sale e scende, del suo cazzo che scompare dentro di me, del mio buco che si apre e lo cerca… lui mi infila un dito dentro e io mi eccito ancora di più, sento che sto per venire, ma anche lui è quasi pronto ad esplodere, aumento il ritmo, su e giù, stringo le chiappe, stringo la figa, avvolgo il suo cazzo sempre più profondamente, e gli dico tutto quello che sto provando, quanto mi fa morire, quanto voglio sentire il suo cazzo dentro me… e veniamo, insieme…

mi piace avere il suo seme dentro di me… stringo le gambe per non farlo uscire, mi giro, mi sdraio accanto a lui e ci baciamo…

passiamo quasi tre ore insieme, facciamo di nuovo l’amore, parliamo, ci baciamo, ascolto le nuove canzoni che ha scritto, leggo i nuovi testi che ha preparato… è sereno. Gli dico che forse avremmo dovuto gestire il rapporto così fin dall’inizio…

lui si sente bene, è dimagrito, sta facendo dieta e palestra e per la prima volta nella sua vita gli piace anche avere il viso abbronzato.. gli consiglio degli esercizi da fare per le spalle, per i bicipiti e tricipiti, gli faccio fare un po’ di addominali, poi scherzando : “dai vedrai che quest’estate sarai in forma perfetta e chissà quante donne ti gireranno intorno!!!”

“MA TU MI BASTI”

cling tronk badabum…. il mio cuore ha perso due o tre colpi… quanto vorrei fosse la verità!!!!

“ma che cosa carina hai detto, grazie”

viva la regina della dissimulazione!!!!

poi insiste: “la chiara mi dà la sua casa, ti andrebbe di vederla? potremmo andarci una giornata intera, ha una vista sul mare spettacolare”

“domani devo comprare i materiali per mettere a posto l’appartamento di mio padre, poi te lo faccio vedere”

“ho voglia di fare un po’ di trekking, ho comprato un libro sulle erbe selvatiche, un giorno facciamo un giro”

e patapunfete e ripatapunfete non so come il mio cuore sia arrivato indenne a fine serata… forse perché in fondo non ci credo, sono parole che si dicono in certi momenti… però ieri l’ho sentito molto vicino, forse ancora di più che nel periodo in cui stavamo insieme…

e poi, cazzo, ogni tanto voglio sognare anche io…

beh… bando ai sogni e vai con la realtà… tra due o tre ore arriva l’altro… riuscirò a non far scoprire le palle che ho raccontato??? e che tipo di atteggiamento avrà nei miei confronti? mi dimostrerà interesse sessuale  o no?

vorrei quasi che mi tirasse un bidone, sono ancora troppo legata alle sensazioni di ieri… e ai sogni che ogni tanto mi permetto di fare… ehi, per favore, non svegliatemi o se proprio dovete farlo fatelo piano piano….

Image

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...