alla fine dei giochi… ovvero di ritorno da milano

alle 6.40 il treno per milano è arrivato e io e lo scorpione maledetto, di nero vestito con gli splendenti occhi gialli trapana cuori più belli del solito, siamo partiti per milano.

chiacchiere leggere e impegnate, un po’ di lettura, qualche ora di sonno e una bionda alta magra e milanese a sollecitare in me qualche fitta di gelosia hanno accompagnato le tre ore di viaggio.

due metropolitane dopo siamo arrivati a destinazione, 4 ore  in mezzo a stand profumati di formaggi, olii biologici, salumi di tutti i tipi, salse dolci e piccanti e poi abiti naturali, saponi fatti a mano, mobili e costruzioni ecocompatibili… un po’ di delusione per i costi lievitati da quando le cose naturali biologiche ed ecocompatibili sono diventate una moda radical chic…

una pausa rilassante in un livello non utilizzato del palazzo della fiera, ed una mia visita ai bagni vuoti, in zona tranquilla ed isolata,  ci portano a fantasticare sul fare sesso lì, e a parlare di quanto siamo anche noi  “ecosessocompatibili”.

lui si fa intimidire dal passaggio di alcuni visitatori che hanno seguito il nostro stesso percorso e allora gli strappo la promessa di farlo in treno.

un veloce giro in piazza duomo, che avremmo volentieri evitato ma che una scelta sbagliate della linea rossa della metropolitana ci ha “costretto” ad effettuare e poi via, verso la stazione. Treno delle 18.05, praticamente vuoto.

tra pavia e voghera mi si avvicina e comincia a baciarmi il collo… poggia il quotidiano sulle cosce e io infilo la mano nei pantaloni, è già duro, mi bacia  mordendomi le labbra… l’eccitazione sale e decide di vedere se è possibile andare in un bagno… due toilet chiuse… quella in fondo alla carrozza è libera… entro prima io poi lui… e poi si fa quel sesso caldo nervoso e famelico che io e lui riusciamo a fare… bello e intenso come sempre, in piedi, con le mani sul finestrino e i gemiti coperti dal rumore delle rotaie… veniamo insieme…

5 minuti dopo nella carrozza ci guardiamo e scoppiamo a ridere

“siamo due pazzi”

“si ma adoro fare pazzie con te”

“avrei voluto stare lì altre due ore”

invece le altre ore di viaggio sono passate raccontandoci le nostra fantasie, parlando dei viaggi che sarebbe bello fare, delle mostre che sarebbe interessante vedere, di libri letti, di film da vedere… insomma l’illusione di un rapporto normale…

e proprio questa illusione mi ha fatto capire che è inutile che io mi intestardisca con l’altro… con il tentativo di un rapporto che non ha senso d’esistere.

mi sono rivista a letto con lui sabato, e mi sono fatta pena da sola, che senso ha buttarsi via così sperando che scatti una scintilla che manco se bruciasse l’amazzonia si riuscirebbe ad accendere…

in fin dei conti preferisco rimanere sola, delle passeggiate mano nella mano posso fare a meno, del sesso con lui DEVO e VOGLIO fare a meno, e anche fargli male inutilmente -nonostante lui non ne abbia idea – non mi sembra sia corretto.

per cui mi appresto a spiegare all’altro che non ha funzionato, che qualcosa nel nostro rapporto non è scattato e che pertanto preferisco restare sola per fare un po’ di chiarezza in me.

di questo però non dirò nulla allo scorpione maledetto… un antagonista rassicura e allo stesso tempo stimola ad essere migliori…

non riesco a  non essere stronza…. almeno un po’!!!!

 

Annunci

8 commenti

Archiviato in amore, food, oroscopo, passioni, riflessioni, SESSO, sex, wine

8 risposte a “alla fine dei giochi… ovvero di ritorno da milano

  1. frammentidipassione

    se non altro non hai da lamentarti troppo se il treno è in ritardo 😉

    • sarebbe stato interessante occupare la toilet ad oltranza…
      ma lui ancora non è abbastanza temerario
      ora l’ho sfidato con un incontro intimo al cinema,
      prossimamente su questo blog!!!!

  2. Brava!!!
    Mantieni il rapporto su una parvenza di finto gioco a tre…
    chissa’ che magari lo scorpione non si lasci andare….
    chissa’ che l’idea che l’altro lo raggiunga nonche’ superi in certe cose non lo porti a volerti tutta per se’…
    chissa’ che non capisca di aver sbagliato??
    (ma nell’attesa non farti illusioni ne’ sogni intimi e inutili!)
    Quel che e’ giusto e’ di smollare quell’altro… magari trovera’ un’altra a cui piace la posizione del missionario e la lingua dura e ferma in bocca che quasi soffoca…..
    Ma soprattutto fallo per te…. perche’ rendersi conto che il tipo non ci piace, si passa dal provare pena per se’ stesse al provare schifo per lui e schifo per noi per aver perdurato….
    In bocca al lupo!

    • grazie sarah
      nessuna illusione o sogno inutile…
      solo quelli che ogni tanto ti fanno sorridere
      e continuare il gioco “c’è un altro” mi diverte
      di sicuro non voglio più sentirmi in bocca quella lingua
      mi sento già meglio al solo pensiero

  3. molto d’accordo con te e con sarah….non dire nulla! Forse funziona così bene proprio perchè c’è l’ombra dell’altro!
    Ti ho trovata da Masticone: sei davvero una bella sorpresa!!! Mi sono letta un sacco di post precedenti! Brava! Ti seguiro! 🙂

    • grazie, sono felice di piacerti
      aspetterò i tuoi commenti e anche i tuoi consigli…
      prossima tappa:
      1. mollare l’altro
      2. passare domenica o lunedì pomeriggio con lo scorpione maledetto

      per il punto 1 non ci sono problemi
      per il 2 vi aggiornerò

  4. grandissima! 🙂 allora aspettiamo resoconti di una pasquetta (si spera) piccante! ;D

  5. incrocio le gambe…. ops, meglio di no

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...