al cinema

ieri sera siamo andati al cinema. il suo “poi “equivaleva quindi soltanto ad un giorno e ieri sera sono passata a prenderlo alle 19.45 per andare allo spettacolo delle 20.10 perchè nel suo cambio di vita, quasi totale (dieta, palestra, no alcool, no stavizi), ha previsto anche un tot di ore di sonno da rispettare.

volevamo vedere hunger ma pare sia stato distribuito in italia in sole 40 copie e nella nostra provincia, mi auguro solo per ora, ancora non se ne è vista neanche una, quindi abbiamo ripiegato su hunger games.

adesso non vi sto a fare la critica del film, fatto sta che la prima parte era parecchio noiosa ed il giovanotto cominciava a dare sensi di insofferenza… io ho da tempo una fantasia di cui ho già raccontato e cioè farlo in un cinema… cominciare a toccarci e poi defilarsi in bagno e fare sesso lì, con il brivido di essere scoperti e la consapevolezza che qualcuno immagina quello che sta succedendo dietro le tende rosse.

anche se le premesse erano buonissime, solo altri due spettatori in sala, questi cavoli di multisala non sono il massimo per le mie fantasie sessuali: braccioli spessissimi tra una portona e l’altra e niente bagno in sala, solo nell’altrio e rigorosamente separati uomini/donne.

non ho desistito però, mai mettersi tra una donna e le sue fantasie sessuali… ho allungato una mano e ho cominciato a massaggiarlo tra le gambe.

“ci vedono… “

“ma dai, sto attenta, mi muovo piano”

“ci sono le telecamere”

“ma stai scherzando? le telecamere, in un cinema, al buio?”

eccitato dal mio tocco che continuava a stimolarlo, ha preso il giubotto e se lo è appoggiato sulle gambe. Io mi sono avvicinata un po’ di più, gli ho appoggiato la testa sulla spalla e gli ho slacciato la cintura e aperto la cerniera… devo ammettere di aver avuto un po’ di difficoltà a tirarlo fuori dai pantaloni, e forse lì la coppia che era qualche fila dietro di noi può aver immaginato qualcosa, a meno che non fossero anche loro impegnati in attività simili…

una volta uscito dal nascondiglio ha cominciato a collaborare un po’ di più, qualche goccina è uscita dal suo glande e ho potuto fare scorrere la mano lungo la cappella, e poi su è giù con un dito sul frenulo e di nuovo sul buchino a inumidire le dita, e poi finalmente, a masturbarlo.

a me piace tantissimo vedere e sentire l’eccitazione del mio uomo e ho cominciato ad ansimare di piacere (piano piano, giuro) e lui mi ha messo una mano sulla bocca per zittirmi, ho cominciato e leccare e mordere le sue dita, intanto sentivo le sue cosce tendersi, un leggero tremore percorrergli la schiena e poi il suo sperma sulla mia mano… wow, che bello!!! ho portato la mano alla bocca e l’ho leccata, poi ho baciato lui, leggermente, sulla bocca.

“apetta un attimo prima di ricomporti, altrimenti capiscono definitivamente quello che è successo”

“mmmm, si, ok”

purtroppo lui non ha potuto ricambiare perchè quel cavolo di bracciolo avrebbe impedito i movimenti anche ad un contorsionista, ma almeno una parte della mia fantasia sono riuscita a realizzarla, e lui si è “goduto” l’ultima parte del film un po’ più rilassato.

per inciso il film non ci è piaciuto ma se proprio volete vederlo… andateci in compagnia!!!!!

 

 

 

Annunci

2 commenti

Archiviato in amore, passioni, riflessioni, SESSO

2 risposte a “al cinema

  1. magari anche ad uno spettacolo dell’una. Cosi è proprio perfetto per far godere il proiezionista.

  2. frammentidipassione

    a me viene sempre in mente la scena dei popcorn ne Il tempo delle mele….ma non c’entra molto col post 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...